Archivi tag: Busatti

Le tradizioni che non cambiano

L’antica tessitura Busatti, le tradizioni non cambiano

Questo, per me, è un periodo di veri cambiamenti: chiuso il negozio, apro un laboratorio di relooking della casa, ho organizzato la mia prima due giorni sul recupero del mobile, ho ufficializzato il nome La casa di Sara… altre novità in arrivo ma ve le racconto appena saranno ufficiali.

Una cosa non è cambiata, la mia visita all’antica tessitura Busatti ad Anghiari.

Come tutti gli anni, a primavera ed in autunno, la famiglia Busatti ci ospita per presentarci la nuova collezione, ed anche questa volta siamo state presenti, non potevamo certo mancare!!!

Siamo arrivate la domenica sera ed abbiamo alloggiato presso l’hotel Meridiana, proprio in centro ad Anghiari, cenando da “La Nena” dove abbiamo mangiato benissimo come sempre, e alla mattina ci hanno coccolato con una colazione gigante!!Debbo dire che sono anche migliorati e di molto, dall’ultima volta, un paio di anni fa. Le altre volte abbiamo sempre alloggiato in mini appartamenti messi a disposizione dei nostri ospiti.

busatti-autunno-16-1

 

busatti-autunno-16-2

Vi siete mai chiesti come lavorano i telai? Bisogna dire che ne esistono di tanti tipi, da quelli completamente manuali, a quelli meccanici ai super moderni.

Presso la Tessitura si possono vedere in funzione quelli di inizio ‘900 sistemati e motorizzati. E’ proprio bello veder nascere un tessuto e vi propongo alcuni video.

In questo si cambia colore della trama in uno dei tessuti più antichi. Questo telaio è sempre in funzione con questo tessuto

 

e che ne dite di questo fazzolettone?

 

Il rumore poi…

Avete mai visto come si preparano i rocchetti di filo?

rocchetti per la tessitura

 

Fantastici vero? E voi avete mai visitato una tessitura?

Occasioni il negozio, è tempo di cambiare.

Ebbene si, a ottobre si cambia!!! Ma non voglio svelare troppo, vorrei farvi una sorpresa alla volta. Tranquille però, i corsi, i tessuti, la mia professionalità, ci saranno sempre!!!

Ma adesso fino a fine ottobre ( salvo cambiamenti dell’ultimo minuto che anticipa l’evento) svuotiamo il negozio. Avete letto bene, si svuota tutto e quindi… super occasioni su tantissimi articoli ( colore e una parte dei tessuti esclusi).

Per chi ha ricevuto la newsletter, ha già potuto approfittare di alcuni sconti sulla ceramica, bicchieri e posate, ma ne rimangono ancora, senza parlare degli asciugamani, tovaglie, ranner…

Insomma, il negozio è pieno di cose e noi le dobbiamo vendere, quindi… FUORI TUTTO!!!!!!

Sapevo di avere molto, anche se spesso mi sembrava il contrario, ed ora che sto facendo le foto per inserirle qui nel sito… AIUTOOOOO non finiscono mai!!!

Gli sconti si aggirano tra il 20 e il 50% , ma fai attenzione abbiamo pochi pezzi per ogni articolo, quindi se vedi qualche cosa che ti piace, non dubitare e passa a trovarci o scrivimi per bloccarlo

Volete qualche esempio?

zuppiera zucca

mini plumcake con farina ai cereali

 

 

2016-06-24 09.07.56

 

2016-06-24 09.07.29 2016-06-24 09.07.14 2016-06-06 15.41.44 2015-10-19 09.36.08

ma vi posso assicurare che ce taaaantooooo ancora.

Ho pensato di velocizzare la cosa inserendo un album su FB con tutte le foto in modo da aggiornarlo mano a mano che le faccio e che vendo un articolo, poi cercherò di creare nel mio shop un angolo dedicato. Capisco che diventa difficile per chi non ha il social network vedere cosa propongo, e mi dispiace, ma al momento non riesco a fare di più, promesso che preparo anche il resto. Ricordo che spedisco senza minimo di spesa, in tutta Europa

Per il momento non mi resta che aspettarvi in negozio per queste splendide occasioni!!!

Sara

Rifoderare una sedia un corso facile

Rifoderare una sedia

Oggi vi volevo raccontare dell’ultimo corso che ho tenuto nel mio laboratorio/negozio la fine del mese scorso. Un corso rivolto a chi non aveva mai provato a rifoderare una sedia imbottita o una piccola poltroncina.

Debbo dire che rispetto agli altri corsi, sicuramente è il più complesso che abbia mai tenuto, anche se le corsiste devono già avere un’infarinatura della decorazione del mobile in stile shabby. Per rimanere sul mio stile, ognuno deve lavorare su un suo pezzo personale e proprio per questo motivo non tengo più di 5 persone alla volta

Il corso incomincia qualche tempo prima con un primo step che comprende: la visione della sedia, della scelta del tessuto, il calcolando di quando ne abbiamo bisogno e il procedimento per la decorazione.

Siamo state super fortunate, tutte avevano una differente tipologia, ed hanno potuto vedere i differenti metodi di lavorazione. Peccato per l’infortunio di Laura che ha dovuto rimandare alla prossima volta, altrimenti veramente ci sarebbe stato il top. Sarà sicuramente per la prossima volta.

Ecco le sedie come sono arrivate:

2016-05-29 09.45.03

Un piccolo sgabellino

una poltroncina con braccioli ( la più difficile)

Una sedia decorata nel corso precedente

Questa sedia è stato tolta la parte dello schienale, lavoro che va pensato in anticipo prima di decorare la sedia. In questo caso è venuta una quindicina di giorni prima, ho spiegato come procedere togliendo la prima parte e lasciando che a casa terminasse il lavoro prima di decorarla. ( mi dispiace non aver fatto le foto prima)

Scelti i tessuti

2016-05-24 17.50.12

e riuniti gli attrezzi

2016-05-26 09.05.09

Non ci è rimasto altro che incominciare una giornata intensa e faticosa dove tutte hanno avuto modo di lavorare con impegno e dedizione. Uno splendido scambio di nozioni ed esperienze

2016-05-29 12.55.28 2016-05-29 12.55.47

2016-05-29 13.34.28 2016-05-29 15.09.37 2016-05-29 15.20.52

2016-05-29 15.20.45 2016-05-29 15.37.03 2016-05-29 15.48.51 2016-05-29 15.49.28-1

2016-05-29 17.01.28

anche i particolari hanno la loro importanza 2016-05-29 19.18.31 2016-05-29 19.19.10

Con questo corso non vogliamo sostituire il lavoro e l’esperienza del tappezziere, che considero indispensabile in alcuni frangenti ed insostituibile, ma un valido aiuto per imparare le basi per sostituire della tappezzeria ormai consunta o fuori moda.

Complimenti a tutte veramente!!!!

Per chi volesse partecipare al prossimo corso si ricomincia a settembre. Qui tutte le info e le date

Sara

come realizzare gli angoli a cappuccio

come realizzare gli angoli a cappuccio

Quale angolo per la tua tovaglia? Impariamo a realizzare gli angoli a cappuccio

 

Quando dobbiamo realizzare una tovaglia non possiamo certo lasciare il tessuto così come appena tagliato, al primo lavaggio si sfilerebbe e noi rimarremmo senza tessuto. Abbiamo diversi modi di realizzare i bordi di finitura ed ognuno da alla tovaglia dei risultati ed un valore diversi.

Il metodo più semplice è sempre quello di rigirare il tessuto si se stesso e cucirlo, viene realizzato soprattutto nei canovacci e nelle tovaglie “da prezzo” perchè è quello più veloce e che necessita minor tessuto.

angolo semplice

 

Altro metodo potrebbe essere l’applicazione del bordo, solitamente di tessuto contrastante. Questa tipologia rende sicuramente una tovaglia ricca e molto bella. Ha il difetto di avere un costo maggiore per il lavoro, ma anche per il tessuto necessario.

bordo applicato

Per rendere bella una tovaglia ci sono ancora tanti altri modi di realizzare il suo bordo

2011-03-05 18.44.53

 

 

 

 

 

 

2011-03-05 18.46.052012-03-18 16.04.00

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

2015-04-23 10.52.30 2015-04-23 10.56.35

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ma oggi vorrei concentrarmi principalmente su come realizzare gli angoli a cappuccio. E’ uno delle rifiniture più usate sulle belle tovaglie e molte di voi mi hanno chiesto spiegazioni su come li realizzo.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per me risulta piuttosto semplice realizzarlo ora e sono abbastanza veloce, ma debbo dire che ho cambiato il modo di realizzarlo diverse volte, cercando di trovare sempre tecniche più semplici e veloci. All’inizio mi ero fatta anche delle dime per segnarmi i quadrati necessari per realizzare bene l’angolo, ora sono arrivata a tre semplici segni, veloci ed efficaci. Vi lascio questo video per semplificare la spiegazione, ma non fatevi problemi a chiedere eventuali spiegazioni. La penna che utilizzo nel video è una penna cancellabile diventata per me insostituibile per la sua caratteristica nel cancellarsi con il solo getto del vapore del ferro da stiro senza lasciare nessun segno.

 

Spero veramente che questo video vi sia utile e vi semplifichi la realizzazione di questo bel angolo.

Buon divertimento

Sara

Tessuti colorati con colori naturali: il guado

Tessuti colorati con colori naturali: il guado

I tessuti colorati con colori naturali hanno un fascino intramontabile

Durante l’ultima riunione presso la tessitura “Busatti“, abbiamo avuto una piccola lezione di storia. Solitamente non la amo, ma questa volta abbiamo parlato di tessuti colorati con colori naturali e in particolar modo con il guado e spero vi possa far piacere se le condivido con voi.

Il guado è tra le piante tintorie più antiche, addirittura fin dal neolitico. Ha dei fiorellini gialli che fioriscono in primavera, ma per la tintura si utilizzano le foglie che producono un meraviglioso colore che va dall’azzurro turchese al blu.  La sua coltivazione, diretta esclusivamente alla produzione di pigmento blu per fibre tessili, è stata una delle più diffuse durante tutto il Medioevo ed il Rinascimento.

http://www.giardinaggioweb.net/posts/7341-piante-tintorie-guado

http://www.giardinaggioweb.net/posts/7341-piante-tintorie-guado

La coltivazione ed il commercio del pigmento fresco fecero la fortuna di numerose città tra cui San Sepolcro in Italia, città vicina ad Anghiari, dove, invece, di produceva tessuti.

Il guado viaggia sotto forma di un gomitolo secco che viene modellato a mano fatto di foglie triturate e macerate, chiamato cocagne, in francese, da qui l’origine dell’espressione “Paese della cuccagna”, proprio per definire un paese ricco, vista la fortuna che faceva questa pianta. Rispetto al guado, l’indaco presentava il vantaggio di avere un metodo di estrazione del pigmento molto più semplice ed economico e per questo, in tempi brevissimi, sostituì il guado nella produzione del pigmento blu. Fu Napoleone, che con il blocco delle importazioni, a far rinascere la sua produzione, tingendo addirittura le sue uniformi. La storia della tessitura “Busatti” racconta proprio che al tempo di Napoleone la fabbrica venne requisita e dalla cardatrice ai telai, vennero utilizzati per creare uniformi per l’esercito Napoleonico.

La bella magia della colorazione del tessuto con il colore naturare la si può ammirare in un piccolo video girato proprio dalla famiglia Sassolini Busatti quando incominciarono ad introdurlo nella loro produzione

 

Bella vero come magia? Il tessuto esce giallo e poi con l’aria diventa colorato.

Spero non avervi annoiato, ma, personalmente, questa è la storia che mi affascina e mi prende e avevo proprio voglia di condividerla con voi.

Vi lascio ad alcune immagini di prodotti realizzati con il tessuto colorato con il guado, ma se andate in Toscana, guardatevi attorno e noterete come il colore blu vi circondi anche nell’arte, sono certa che la ammirerete con occhi diversi.

2011-03-06 19.34.10 2011-03-06 19.34.28 2011-09-13 16.41.49 2012-03-18 16.04.37 2012-03-18 16.04.48 2012-03-18 16.05.12 2013-02-26 16.24.06 2014-02-21 21.23.44-2 2015-06-03 12.32.45

Pezze pazze idee e suggerimenti

Lo so, lo so! Sono in ritardo nella pubblicazione del post e già qualcuna di voi mi ha chiesto notizie. Tranquille ho solo cambiato riscritto e  girato  un po il tutto, quando si dice essere incerti su cosa scrivere…

Volevo ringraziarvi di essere state così numerose al mio evento “pezze pazze” di metà gennaio, sinceramente non avrei mai immaginato un successo come questo.

Vi posso assicurare che all’inizio ci siamo perse nella marea di scatoloni che giravano per il negozio

pezze pazze pezze pazze pezze pazze pezze pazze

C’era veramente di tutto, dai tessuti per gonne e giacche, ai tigrati e leopardati, dai cotoni ai tessuti di velluto per tappezzeria, tirelle ( il campionario di tessuti) di varie misure e qualità . Non potevano mancare, naturalmente i miei sempre fedeli tessuti della tessitura Busatti.

Di questi ultimi avevo scampoli di diverse misure, fine pezza e naturalmente il metraggio.

Ma alla fine ce l’abbiamo fatta!! Pronte ad affrontare “la marea”!!!

pezze pazze pezze pazze pezze pazze

Si sa, è normale che in mezzo a tante persone, qualcuna non abbia trovato quello che cercava, anche se mi sono chiesta cosa cercasse, in realtà. Mi sono resa conto che molto spesso ci si sofferma a pensare che per realizzare una progetto si debba utilizzare solo un tipo di tessuto, invece di spronare la fantasia e farla galoppare.

Una signora, per esempio ha preso del bellissimo velluto a coste grandi  in rosso per realizzare cuori e cuscini. Un’altra con uno scampo lino  , lo ha ricamato realizzando poi un simpatico cuscino

Cuscino pezze pazze

Vi voglio far vedere cosa ho realizzato io con alcuni dei miei scampoli

2016-01-30 09.27 2016-01-30 09.28 2016-01-30 09.29 2016-01-30 09.30 2016-01-30 09.31 2016-01-30 09.32 2016-01-30 09.34 2016-01-30 09.40

Piccole cosine con piccoli ritagli

2015-09-16 18.46 2016-01-16 13.50 2016-01-30 09.20

Ed ecco alcune idee che ho trovato girando per il web

9083f0743ea7525fdda66bd774f31ae1

http://www.newcraftworks.com/2015/05/14/10-patchwork-cusion-ideas/

http://www.handmadiya.com/2015/12/patchwork-purse-pouch.html

http://www.handmadiya.com/2015/12/patchwork-purse-pouch.html

http://www.craftsy.com/blog/2014/08/how-to-stitch-a-crazy-heart/

http://www.craftsy.com/blog/2014/08/how-to-stitch-a-crazy-heart/

http://shape-moth.blogspot.it/2010/08/green-and-pink-coasters.html

http://shape-moth.blogspot.it/2010/08/green-and-pink-coasters.html

debbo dire che in questi siti ci sono veramente tante cosine simpatiche

E voi cosa avete realizzato? Pubblicate le vostre foto sulla pagina FB, mi farebbe veramente piacere vedere le Vostre creazioni!!!

A presto

Sara

Preparare le tavole di Natale

Alcune idee per preparare le tavole per festeggiare il tuo Natale

Dopo l’apertura dei pacchetti , il momento che preferisco il giorno di Natale è il pranzo. La riunione famigliare attorno ad un tavolo preparato ad arte, per creare l’atmosfera giusta.

Non serve essere in molti, l’importante è quello che prepariamo e come lo serviamo.

Questi ultimi giorni gli ordini delle tovaglie si susseguono a buon ritmo ed io mi diverto ad immaginare come saranno poi le tavole imbandite!

La mattina del 25 sono talmente presa, che non ho mai fotografato le mie tavole, ma vi posso presentare quelle che negli anni ho proposto nel mio negozio. Magari potrete prendere qualche spunto, e perchè no, magari vi viene voglia di ordinarne una pure voi!

Tovaglia donna di coppe color giallo senape con ranner lungo

Tovaglia donna di coppe color giallo senape con ranner lungo

Donna di coppe giallo oro

particolare Tovaglia donna di coppe color giallo senape con ranner lungo

sottopiatti ventaglio su tovaglia tinta unita

sottopiatti ventaglio su tovaglia tinta unita

tovaglia puro lino

tovaglia puro lino

tovaglia puro lino con ranner batavia

tovaglia puro lino con ranner batavia

centrotavola hanmade

centrotavola hanmade

Tovaglia Natale cotone more verdi

Tovaglia Natale cotone more verdi

tovaglia mod. citta, bordino rosso

tovaglia mod. citta, bordino rosso

Sotto piatto donna di coppe pizzo Clelia

Sotto piatto donna di coppe pizzo Clelia

ranner mirto qui nella versione blu

ranner mirto qui nella versione blu

Tovaglia botticelli segnaposto spilla

Tovaglia botticelli segnaposto spilla

Tovaglia Bosco

Tovaglia Bosco

Tovaglia bordeaux

Tovaglia bordeaux

Tovaglia fante di rose

Tovaglia fante di rose

tovaglia donna di coppe color grigio

tovaglia donna di coppe color grigio

particolare tovaglia donna di coppe color grigio

particolare tovaglia donna di coppe color grigio

E voi come preparerete la vostra tavola di Natale?

Aspetto le vostre proposte

Sara

nuove collezioni in Casa

Nuove collezioni in arrivo nella Casa di Sara

Mentre stavo pensando a questo post, mi sono resa conto che luglio e agosto sono sempre stati i mesi dei cambiamenti: i miei due traslochi sono stati tra luglio e agosto, sempre in questo periodo ho aperto la mia partita IVA, sempre ad agosto sono tornata single. Quest’anno ho voluto fare le cose alla grande, sono nate le mie etichette e incominciato a realizzare a mio nome!

etichette

 

Per chi mi segue su Facebook ha già visto una prima selezione delle tre linee principali : Golf, natura e città.

Tessuti in puro cotone o misto lino realizzati a telaio jacquard in Italia dalla Busatti.

Ho puntato sulla qualità e su tessuti naturali tinti in filo, per me cose fondamentale e molto importanti. Forse un po’ contro corrente, ma vorrei che le mie cose durassero nel tempo e non usa e getta.

Per presentarle volevo trovare un luogo che mi ispirasse veramente. Cosa c’è di meglio di un Agriturismo immerso nel verde? Il Maranghetto era ed è stato perfetto! Ma non contente abbiamo prima invaso l’esterno della splendida cantina La Frassina

La frassina

 

che nonostante il brevissimo pre-avviso ( il tempo di percorrere i 300 metri che separano il Maranghetto dalla cantina) è stata veramente gentile e premurosa mettendoci a disposizione anche vino e bicchieri per le foto.

Qui abbiamo trovato un’ambientazione più country perfetta per la mia linea “natura”.

Tronchi di legno e palle di fieno hanno ospitato le mie creazioni.

 

DSC_0175 copia

Tovaglia linea “natura” vite coprimacchie linea ” città” vinaccia

DSC_0189 copia

cestino porta pane, cestini con fiocchi e canovacci

DSC_0195 copia

runner da tavola linea ” natura” more

2015-08-03 10.45.53

tutte a scattar foto!!

DSC_0210 copia

americano linea “natura” more

DSC_0221 copia

tovaglia linea “natura” olive con bordo cuscino gatti

 

2015-08-03 10.50.41

divertimento puro!

2015-08-03 10.51.46

DSC_0186 copia

tovaglia linea “natura” vite con bordo

 

2015-08-03 11.24

DSC_0249

DSC_0216 copia

runner da tavola linea “natura” more

DSC_0217 copia

DSC_0245 copia

romanticismo puro sotto gli alberi

DSC_0209 copia

linea ” natura” more

Da Marica al Maranghetto ci siamo dedicate soprattutto alle tavole immerse nel suo splendido angolo di paradiso verde, mascotte è stato Ciocco.

DSC_0266 copia

DSC_0289

tovaglia e americani linea “città”

 

DSC_0346

tovaglia linea “natura” more

DSC_0273 DSC_0292 DSC_0294 DSC_0309 DSC_0318 DSC_0328 DSC_0333 DSC_0334 DSC_0342

Spero vi sia piaciuta questa piccola collezione. Presto la linea Golf.

alla prossima

Sara

tovaglia rotonda

Realizzare una tovaglia rotonda

Come si fa una tovaglia rotonda?

Sono molti i tavoli rotondi che ci sono nelle nostre case e molte volte vorremmo una tovaglia su misura. Su questo tipo di tavolo possono essere posizionate anche tovaglie quadrate, ma il massimo dell’eleganza lo danno quelle rotonde. Se poi siamo noi a realizzarle, diventano ancora più belle.

 

Innanzi tutto bisogna capire la misura che vogliamo realizzare. Misuriamo il diametro del tavolo poi aggiungiamo la caduta che si vuole avere, ossia la misura che scende dal tavolo. Non esiste una misura canonica, dipende molto dai gusti e dal risultato che si vuole ottenere. Un tavolo abbigliè avrà la tovaglia lunga sino a terra, ma se si usa tutti i giorni sono sufficienti 20/25 cm. Aggiungiamo, poi, 2 cm per il bordo. Io non lo realizzo molto alto vista la difficoltà nel piegare il tessuto. In caso lo vogliate più grande ricordatevi che si dovranno realizzare dei piccoli tagli tutto attorno al diametro per facilitare la piega.

Ma come si fa a tagliare un cerchio magari di diametro di 200 cm? Non avendo un compasso così grande si dovrà utilizzare un piccolo trucco, lo stesso che si utilizza con la carta.

Decisa la misura finale della nostra tovaglia andiamo a tagliare un quadrato nel tessuto che avrà il lato del diametro finale della nostra tovaglia. Per capirsi meglio, se la tovaglia la vogliamo con diametro finale di 200 cm, il quadrato avrà il lato da 200 ( ricordatevi di calcolare il bordo altrimenti risulterà un po’ più piccola).

Mi dispiace non aver scattato foto di questa fase, ma avevo troppa voglia di scrivere questo post per aspettare la prossima che realizzo. Spero che i disegni che seguono siano sufficientemente esplicativi.

fase 1 copia

 

Una volta che il vostro quadrato è tagliato passiamo a piegare a metà il tessuto e formare un rettangolo

fase 2 copia

 

Piegarlo ulteriormente a metà. Si formerà un quadrato più piccolo.

fase 3

 

Ora ancora a metà, ma questa volta a formare un triangolo. E’ importante che il vertice sia sempre la parte centrale del quadrato iniziale.

fase 4

 

Se è molto grande possiamo piegarla ulteriormente a metà

realizzare una tovaglia rotonda

Questo è quello che dovremmo ottenere ( l’ho fatto con la carta così da comprendere bene).

Utilizzando la misura più corta realizziamo un segno sul resto del tessuto: risulterà un pezzo di cerchio.

realizzare una tovaglia rotonda realizzare una tovaglia rotonda

 

Ora tagliamo lungo i segni. Quando si andrà ad aprire risulterà un cerchio.

tovaglia rotonda

 

Facile no? Tutto partendo dal quadrato.

Adesso che abbiamo la nostra tovaglia quasi pronta, non ci resta che bordarla.

cucire una tovaglia rotonda

Utilizzando un metro, misuriamo due centimetri ( o la misura che abbiamo scelto per il bordo) e fermiamo tutto con degli spilli. Meglio abbondare, il cerchio è ingannatore e le punte escono dove meno te lo aspetti. Una cosa che amo poco di questo lavoro è che sembra non finire mai! Una tovaglia rettangolare, con lo stesso perimetro, sembra sempre più corta di una rotonda. Ma non bisogna scoraggiarsi, prima o poi si arriva alla fine.

A questo punto usiamo il ferro da stiro e fissiamo bene la piega, stando attenti a creare bene il cerchio e allo stesso tempo di non tirare molto il tessuto.

realizzare una tovaglia rotonda

 

Poi ritorniamo a piegare ulteriormente a metà il bordo e imbastiamo

realizzare una tovaglia rotonda

 

Prima di passare sotto la macchina da cucire, io ripasso sotto il ferro, così la piega è perfetta.

realizzare una tovaglia rotonda

 

Aiutatevi con una forbicina per  far scivolare il tessuto, si avrà meno possibilità di tirare il tessuto e quindi rovinare il bordo.

tovaglia rotonda

 

Ed ecco terminata la nostra tovaglia, bella vero?

La prossima volta vi spiego come realizzo l’angolo a cappuccio

alla prossima!!!!

Sara

tessuti per tendaggi

Per incominciare volevo ringraziarvi per il bel successo ottenuto nella prima carrellata di tessuti, inaspettato! Grazie mille. Per chi non avesse potuto approfittare trovate qui l’articolo e le foto, sono disponibili ancora tessuti. I metraggi erano consistenti e ne abbiamo ancora molto da dare.

Per chi invece stava aspettando, ecco i tessuti per tendaggi, ma non solo, che ho messo in offerta.

Ricordo che sono tutti misto lino (60% lino 40% cotone) tinti in filo,realizzati con telai a navetta.

lazio corda e lilla

Tessuto Lazio nei colori corda e lilla. H 290 misto Lino . Ho cercato di far vedere anche la trasparenza del tessuto

Questo è il tessuto più gettonato in assoluto, in casa ho anche il bianco crema non in offerta e su richiesta si può avere anche il bianco ottico. Sono tessuti molto belli e morbidi. Vi faccio vedere degli esempi di tende che ho realizzato anche con altri colori.

tende lazio

Del giallo al momento mi sono rimasti solo degli scampoli, potete richiedere tranquillamente le misure, in caso si può ordinare tranquillamente.

tessuto per tende Sicilia

tessuto Sicilia. Una volta lavato si presenta con effetto stropicciato, molto bello

Questo tessuto si chiama Sicilia è alto 180 cm da tener presente che per avere le righe verticali l’altezza del tessuto sarà la larghezza della vostra tenda. La sua caratteristica è di creare un effetto stropicciato nella parte tra le righe che rimangono perfette.

2014-09-23 15.18.08

Questa è una tenda che ho realizzato nel color bianco tono su tono

 

zodiaco candido

Questo si chiama Zodiaco ed è in bianco candido con il quale si può creare il mondo, non solo di tendaggi. Non molto trasparente, ma fa passare ugualmente la luce

Vi faccio vedere solo le ultime tendine create proprio in questo colore in abbinata con il corda, così potete capire anche la trasparenza.

2015-04-08 16.28.25

 

 

giglio bianco candido

Il giglio, invece è un tessuto operato che si presta a svariate possibilità di utilizzo come tovaglie, cuscini, copriletto estivo, e perchè no, come tenda. Se si desidera un tendaggio che vi nasconda, questo è perfetto.

Ecco un esempio che ho realizzato per una cliente con l’aggiunta di un abbassamento e dei fiocchetti in zodiaco corda.

tenda giglio bianco

Altro tessuto nato per camicie in puro cotone alto 90cm è l’Oxford e famiglia

2015-07-01 09.28.53

 

Splendido cotone che, per chi vuol farsi anche uno scamiciato, è eccezzionale, l’ho utilizzato anche come volant su piccole tendine, proprio per la sua morbidezza.

 

Belli i miei tessuti? Ricordo che altri li potete trovare qui. Alcuni sono dei fine pezza, altri ho dei metraggi più consistenti, quindi contattatemi anche tramite mail sara@lacasadisara.com scrivendo il nome del tessuto ed il colore desiderato. Per chi preferisse telefonare può farlo allo 0422 330361. Lo sconto per tutti i tessuti è del 30% sul listino imposto.

Per chi riuscisse a passare ho anche degli scampoli in occasione, ma mi risulta difficile inserirli on line. Per l’oggettistica ed il tovagliato e famiglia in offerta, spero di provvedere al più presto con le foto, magari direttamente nella mia boutique on line.

Grazie a tutti della visita